TUTTO INIZIA da un lievito SELVAGGIO


Una scoperta sorprendente ha portato Heineken® a creare una Wild Lager
che vi colpirà per il suo gusto intenso e distintivo.

PRODOTTO 

H41: un’esplorazione nelle lager firmata Heineken® .
La prima Wild Lager non poteva che nascere da una scoperta sorprendente: un lievito selvaggio recentemente rinvenuto in Patagonia. Non un lievito qualunque ma la ‘madre’ di tutti i lieviti delle birre lager e quindi anche del Lievito-A di Heineken®.
Grazie all’esperienza dei nostri mastri birrai, guidati da Willem van Waesberghe, che ha messo la firma su questa birra, è stata creata H41. Per Heineken® non è solo una nuova birra, ma l’inizio di un viaggio nel mondo dei lieviti.
H41 è solo la prima delle Wild Lagers by Heineken®.

Mastro Birraio Heineken

SCOPERTA e ORIGINE

Nel novembre del 2010 il ricercatore argentino Diego Libkind scopre in una foresta della Patagonia un raro lievito selvaggio, che si rivela essere l’origine dei lieviti che permettono la fermentazione a basse temperature, caratteristica di tutte le birre lager.
Per anni studiosi di tutto il mondo hanno cercato le origini di questo particolare lievito e le ricerche, per via della natura stessa del lievito utilizzato per le lager, si sono focalizzate in aree dove le temperature non superano i 15 gradi centigradi, come appunto la Patagonia.
L’eccezionale scoperta di Libkind, pubblicata nel 2011, ha generato entusiasmo e voglia di sperimentazione in HEINEKEN®.
Il mastro birraio Willem van Waesberghe, coordinatore del team di H41, non ha esitato un attimo e subito si è messo alla prova con quella che è l’anima della birra, il lievito. Variare il lievito significa aprire un mondo nuovo, creando uno spettro di gusti differenti. 
Perché H41? È presto detto: H sta per Heineken®, 41 deriva dalle coordinate del luogo di ritrovamento del lievito, cioè 41° parallelo sud, 71° ovest.

Gusto

H41 è una birra di bassa fermentazione davvero sorprendente perché, in degustazione, assume un comportamento tipico delle birre derivate da alta fermentazione: bouquet ricco e persistente sia dal punto di vista olfattivo che gustativo. È dotata di sfumature e di profumi che regalano sensazioni differenti ma, allo stesso tempo, molto ben integrate. Se il bouquet è ricco di note diverse, il gusto non tradisce le attese rivelando all’ingresso una dolcezza elegante e chiudendo con un tocco speziato. Ciò rende H41 ancora più intrigante da scoprire. Se poi vi confidiamo che per domare il lievito selvaggio e creare la birra sono serviti più di due anni, non avete ancora più sete di provarla?

Seguici

Facebook Twitter YouTube